Untitled1

Il progetto “1, 2, 3…stella!”, arrivato al quindicesimo anno di età, è un servizio di assistenza nello svolgimento dei compiti assegnati al mattino e di studio guidato per gli alunni della scuola primaria “Giovanni XXIII” di Sinigo integrati da attività ludiche e di socializzazione.
Il progetto si svolge su tre pomeriggi: lunedì, mercoledì e giovedì. Ed è proprio da questa cadenza settimanale che prende spunto il nome del progetto: come nel famoso gioco si fanno tre passi per raggiungere il traguardo, così noi ogni settimana ci incontriamo tre pomeriggi per raggiungere il nostro traguardo: scoprire insieme quanto è bello essere curiosi e imparare!


Il tutto ha inizio alle ore 14.00 con l’arrivo in cortile,  alle 14.20 si entra a scuola per il momento dell’accoglienza: ci si siede in cerchio per fare un canto, per scoprire insieme un’opera d’arte o qualche parola curiosa, si legge una storia o un articoletto di giornale e ci si conosce meglio. Il momento dell’accoglienza si conclude con l’appello, poi ci si divide nelle classi e inizia il momento dei compiti. Terminati i compiti, alle 16.40, ci si ritrova per consumare la merenda, festeggiare i compleanni, a volte per fare qualche bel laboratorio manuale e finalmente giocare fino alle 17.30!


Si lavora a piccoli gruppi omogenei, così da favorire l’instaurarsi di un rapporto fra adulto e bambini che sia stimolante per ognuno in maniera individualizzata. Si sfidano i bambini nella grande avventura dell’imparare, stimolando la loro naturale curiosità e valorizzando ogni traguardo raggiunto assieme. Solo in un rapporto di stima e di fiducia fra adulto e bambino si crea l’occasione per lasciar emergere eventuali difficoltà e anche tutti i punti di forza di ciascuno.
Pertanto, le principali finalità perseguite sono:

- supportare gli alunni nello svolgimento dei compiti assegnati dalla scuola;
- aiutare i bambini ad affrontare la fatica allo studio;
- favorire l’acquisizione di un metodo;
- promuovere la socializzazione e la collaborazione dei bambini fra loro e con gli adulti;
- accompagnare i bambini alla conoscenza della realtà.

Viviamo una stretta collaborazione con gli insegnanti della scuola attraverso incontri periodici e colloqui informali con le famiglie allo scopo di rafforzare la rete che vede al centro il bambino con tutto il suo bisogno di sostegno, gratificazione e realizzazione del proprio percorso umano e scolastico.

La fatica e l’impegno necessari per lo svolgimento dei compiti si accompagnano allo stupore di scoprire come l’italiano, la matematica, le lingue, le scienze, la storia e la geografia possono aver a che fare con la vita quotidiana, nei suoi aspetti positivi e negativi, e soprattutto con l’individualità e il desiderio di ognuno di essere felice e diventare grande.

I bambini vengono sfidati a scoprire se questo è davvero possibile! Ogni momento è l’occasione di tirar fuori il meglio di noi, i talenti che abbiamo e metterli in comune, visto che questa avventura la viviamo assieme.


Le attività che arricchiscono il nostro progetto sono:

  • La cena multietnica invernale: un momento conviviale in cui tutte le famiglie dei bambini del doposcuola sono invitate a riunirsi per una cena dove ognuno cucina una specialità del proprio Paese di origine, si guardano le fotografie del primo quadrimestre, si gioca a tombola e si socializza;
  • I laboratori manuali: i bambini sono guidati nel lasciar libero sfogo alla loro creatività realizzando piccoli oggetti da regalare ai propri genitori;
  • Le uscite didattiche: ogni anno si organizza un’uscita di una giornata alla scoperta delle bellezze del territorio, sia naturali che culturali. Mete degli scorsi anni sono state: il Museo Muse di Trento, i Giardini botanici di Castel Trauttmansdorff, Casa Basaglia di Sinigo, il Castello del Buonconsiglio di Trento, il Planetarium di San Valentino di Val d’Ega e una mostra annuale di carattere scientifico-culturale;
  • Le Olimpiadi del Doposcuola: a maggio si organizzano, nel momento del gioco dalle 16:40 alle 17:30, competizioni a squadre e individuali che a fine anno verranno premiate con medaglie artigianali;
  • Le interviste ai nostri ospiti: amici e personalità cittadine vengono a trovarci e si sottopongono a un curioso giro di domande da parte dei bambini, per conoscere meglio professioni e passioni di ognuno. A ogni intervista segue un Quiz a squadre per non dimenticare quanto di bello è stato scoperto;
  • L’ “Oscar delle Presenze”: ogni due mesi circa vengono premiati i bambini che hanno frequentato il doposcuola con maggiore assiduità, così da motivarli e gratificarli nel loro impegno;
  • Il percorso d’arte: ogni anno viene proposto ai bambini un percorso di storia dell’arte alla scoperta di un autore o di una tecnica artistica particolare. I bambini osservano insieme un’opera al mese, aiutati a coglierne gli aspetti generali, il contesto e i particolari più curiosi. I percorsi precedentemente fatti sono stati: gli affreschi del Ciclo dei Mesi del Castello del Buonconsiglio di Trento, le Stagioni e gli Elementi di Arcimboldo, i mosaici della Villa del Casale di Piazza Armerina in Sicilia;
  • La “Caccia alle Parole”: ogni giorno di doposcuola viene proposta ai bambini una parola italiana di cui scopriamo significato, etimologia e modi d’uso per arricchire il nostro vocabolario. Anche la “Caccia alle Parole” si conclude, a fine anno, con un Quiz a squadre;
  • Il Cinema del Doposcuola: due o tre volte all’anno, nella sede del Punto d’Incontro per Giovani “Cilla” viene allestito un piccolo cinema privato per i bambini e viene proiettato un film solo per loro. Si fa merenda insieme e si crea un cartellone per fissare ciò che del film ha colpito ciascuno;
  • La lettura integrale di un libro formativo: una volta a settimana i bambini esercitano la loro già grande capacità di ascolto e attenzione durante la lettura recitata di un libro adatto a loro. Finora le storie percorse insieme sono state: “Pinocchio” di C.Collodi, “Pippi Calzelunghe” di A.Lindgren, “Chissà dove vanno le mamme in vacanza” di D.Donati.